MANIFESTO

Un Festival che dal cuore del Mediterraneo abbracci il mondo.

Lampedusa è l’isola più a sud d’Europa, la punta estrema dell’Italia ma anche una piccola porzione di continente africano allontanatasi nel corso dei millenni.
È l’isola che unisce il Mediterraneo, l’Italia, l’Europa. Ed è da questa idea di unione che nasce il Festival di Lampedusa, con l’obiettivo principale di organizzare un evento internazionale accessibile a tutti e incentrato sul tema del rispetto: dei diritti umani e dell’ecosistema in cui viviamo.

L’idea è di riuscire a creare un dialogo tra più culture, partendo da quelle del Mediterraneo, attraverso le arti e la cultura in genere. Crediamo fortemente che questi popoli – vicini e lontani – possano parlarsi, confrontarsi e creare una rete utile a diffondere e promuovere i messaggi e i valori sui quali si fonda il Festival.

Un laboratorio di idee su temi cruciali per il futuro di tutti.

Intendiamo abbracciare le culture del Mediterraneo attraverso il linguaggio universale dell’arte, valorizzando e arricchendo le diversità culturali e al tempo stesso tutelando l’isola, l’arcipelago, il mare, così da contribuire anche alla sensibilizzazione verso il rispetto dell’ambiente e della tutela della biodiversità.

Pensiamo che per raggiungere questi obiettivi sia fondamentale promuovere le tradizioni e il territorio attraverso tutte le arti – il cinema, la musica, il teatro, la letteratura, la pittura, la street art – ma anche attraverso il cibo, le tradizioni antiche, la tutela dell’ecosistema in cui operiamo.

Un’isola unica che vuole aprirsi al mondo.

Il Festival nasce a Lampedusa dall’impegno di giovani isolani, con lo spirito che si possa parlare di questa meravigliosa isola in maniera diversa, facendo scoprire le sue unicità e allontanandola dalla strumentalizzazione mediatica a cui è stata sottoposta da troppo tempo.
Perché quest’isola non è solo emergenza e non è esclusivamente un luogo dove il mare è bello. C’è molto altro da scoprire.

Sono previsti eventi anche a Linosa, così da coinvolgere le due isole abitate dell’arcipelago delle Pelagie (la terza è l’isolotto disabitato di Lampione).

MANIFESTO

Un Festival che dal cuore del Mediterraneo abbracci il mondo.

Lampedusa è l’isola più a sud d’Europa, la punta estrema dell’Italia ma anche una piccola porzione di continente africano allontanatasi nel corso dei millenni.
È l’isola che unisce il Mediterraneo, l’Italia, l’Europa. Ed è da questa idea di unione che nasce il Festival di Lampedusa, con l’obiettivo principale di organizzare un evento internazionale accessibile a tutti e incentrato sul tema del rispetto: dei diritti umani e dell’ecosistema in cui viviamo.

L’idea è di riuscire a creare un dialogo tra più culture, partendo da quelle del Mediterraneo, attraverso le arti e la cultura in genere. Crediamo fortemente che questi popoli – vicini e lontani – possano parlarsi, confrontarsi e creare una rete utile a diffondere e promuovere i messaggi e i valori sui quali si fonda il Festival.

Un laboratorio di idee su temi cruciali per il futuro di tutti.

Intendiamo abbracciare le culture del Mediterraneo attraverso il linguaggio universale dell’arte, valorizzando e arricchendo le diversità culturali e al tempo stesso tutelando l’isola, l’arcipelago, il mare, così da contribuire anche alla sensibilizzazione verso il rispetto dell’ambiente e della tutela della biodiversità.

Pensiamo che per raggiungere questi obiettivi sia fondamentale promuovere le tradizioni e il territorio attraverso tutte le arti – il cinema, la musica, il teatro, la letteratura, la pittura, la street art – ma anche attraverso il cibo, le tradizioni antiche, la tutela dell’ecosistema in cui operiamo.

Un’isola unica che vuole aprirsi al mondo.

Il Festival nasce a Lampedusa dall’impegno di giovani isolani, con lo spirito che si possa parlare di questa meravigliosa isola in maniera diversa, facendo scoprire le sue unicità e allontanandola dalla strumentalizzazione mediatica a cui è stata sottoposta da troppo tempo.
Perché quest’isola non è solo emergenza e non è esclusivamente un luogo dove il mare è bello. C’è molto altro da scoprire.

Sono previsti eventi anche a Linosa, così da coinvolgere le due isole abitate dell’arcipelago delle Pelagie (la terza è l’isolotto disabitato di Lampione).

LAMPAETHUSA Associazione Culturale

Abbiamo costituito l’Associazione Culturale LAMPAETHUSA (da Lampedusa e Aethusa, ovvero Linosa, in onore delle due isole abitate dell’arcipelago delle Pelagie), un gruppo di giovani – perlopiù lampedusani – che si prefigge l’obiettivo di investire in modo continuativo nello sviluppo culturale di Lampedusa e Linosa con l’organizzazione di eventi artistici, culturali e sociali, laboratori formativi di qualunque genere, la promozione e la diffusione di arte, cultura e tradizioni, l’aggregazione sociale e la promozione della salvaguardia dei diritti umani e dell’ambiente.

L’Associazione Culturale LAMPAETHUSA è parte di:

Polo Europeo della Conoscenza

LO STAFF

Luca Vullo
Luca VulloDirettore Artistico
Arianna Careddu
Arianna CaredduDirettrice della Programmazione
Liana Vullo
Liana VulloSegreteria Organizzativa
Renato Scatà
Renato ScatàCuratore Sezione Cinema
Chiara Mariscalco
Chiara MariscalcoUfficio Ospitalità
Luca Siragusa
Luca SiragusaResponsabile della Comunicazione
Andrea Pavia
Andrea PaviaResponsabile della Logistica
Dario Billeci
Dario BilleciResponsabile Tecnico
Federico Sigillo
Federico SigilloWeb Marketing

IL FESTIVAL

PARTECIPA!

LAMPEDUSA